Piccoli Hop Men crescono

di Enrico Tanno

14 Luglio 2020

L’identità del birrifico MC-77 si rinnova, e così si rinnova anche il character design dell’uomo luppolo, personaggio che caratterizza la maggior parte delle etichette del birrificio indipendente di Macerata ormai pluripremiato con riconoscimenti internazionali.  

Parlammo della nascita di MC-77 nel 2012 in questo articolo, e qui, In otto anni i ragazzi di MC ne hanno fatta eccome di strada, arrivando ad oggi a collezionare diversi awards prestigiosi e ad avere un catalogo di birre ricco e tutto da scoprire. Per noi della DigitalBathroom seguire un brand dal suo concepimento iniziale con vivaci e continui confronti con il cliente,  seguirlo in tutta la sua evoluzione è stata e continua ad essere una sfida molto avvincente e una grande soddisfazione. Essere coinvolti dalle prime idee, le più embrionali, e confrontarsi passo passo per ogni scelta in avanti ci ha permesso di sviluppare un’identità originale ed autoriale in un mondo come quello delle birre artigianali e i birrifici indipendenti dove è fondamentale distinguersi per essere riconoscibili.

Insieme a noi della Digital, e ai ragazzi di MC77 è cresciuto anche l’uomo luppolo, personaggio nato schizzando velocemente al telefono su un blocco mentre ci si confrontava sul fatto che alcune birre avevano bisogno di un personaggio di riferimento. Ed ecco l’evoluzione del nostro affezionatissimo, dallo schizzo primordiale alle declinazioni illustrate in diverse versioni, da un pirata del settecento a un inglese in frack, da un giocatore di basket a ken shiro.

Un grazie speciale va alla nostra provvidenziale “Perpetua” Gloria De Bonis che ha adottato ormai l’uomo luppolo come suo prediletto primogenito. In base all’esigenza del caso lo coccola, lo pettina, lo veste, lo forgia, lo plasma e lo colora donandogli nuove identità.

Un coraggioso se lo è preso talmente a cuore il nostro hop man al punto da tatuarselo su un braccio. Enjoy. 

 

Comments:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Registrati alla nostra newsletter per avere aggiornamenti editoriali dalla redazione.