Robo Recall, ballando tra i proiettili in VR

di Enrico Tanno

11 ottobre 2017

Robo Recall è un gioco di azione in virtual reality in esclusica per Oculus Touch, FPS game (first person shooter), sviluppato e pubblicato dalla Epic Games. Realizzato con un budget molto generoso (paragonabile al primo Gear of War), con l’Unreal Engine 4, Robo Recall sembra che metterà i paletti sulla Virtual Reality per la sua qualità, il suo realismo e la sua fluidità.

Il gioco presenta sequenze di riprese di cronaca che, unite al sarcasmo e alla realistica di alta qualità dei robot, ricorda il film District Nine, di Neil Blomcamp. La resa estetica degli androidi è a dir poco eccezionale, e la giocabilità è curata nei minimi dettagli, intrattenendovi per molte ore.

Nel gioco il giocatore impersonificherà il protagonista, Agent 34, dipendente di Robot Ready con il ruolo di “recaller”, ovvero colui che recupera i robot difettosi ancora in circolazione e che cerca di capire da dove viene il virus che li ha resi ribelli.

Vale la pena comprarsi Oculus Rift per giocare a Robo Recall, che tra l’altro è scaricabile gratuitamente, ed entrare con un bel salto nel mondo della VR con questo prodotto?

Secondo noi, si. Il gioco è terribilmente figo e, cosa non sembre scontata, è un gioco VR che sfrutta appieno le potenzialità di questa tecnologia, dando un profondo coinvolgimento ed immersione all’utente.

Se siete amanti degli sparatutto e cercate un buon motivo per entrare nel mondo della VR, Robo Recall sicuramente è un ottimo inizio. Se non altro per girare armati di due pistole in mezzo a questi giocattoloni iperrealistici.

Per gli adetti ai lavori, di seguito un video su un making off su Sequencer, un tool cinematico di Unreal Engine che gentilmente lo ha messo a disposizione pubblica.

Enjoy

 

 

 

Comments:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Registrati alla nostra newsletter per avere aggiornamenti editoriali dalla redazione.