5 cose che avreste voluto sapere su Babbo Natale e non avete mai osato chiedere.

di Mara Cervelloni

24 dicembre 2013

thirstasks-580x267

Gli auguri di Laudry Mag quest’anno arrivano con 5 punti di cronaca vera sul brand natalizio più famoso del mondo: Babbo Natale.
o meglio: Coca Cola. Dopo aver letto queste righe non si potrà dire Babbo Natale senza dire anche Coca-cola. Le news di coca-cola.com oggi offrono un quadro divertente ed inspettato di curiosità sulla rubiconda figura giocosa che tutti pensavamo essere nato più o meno insieme alla creazione del mondo. Invece no. E ci dispiace anche per quelli che credevano che Babbo Natale fosse Marx. Preparatevi a un brusca verità: non lo è.
I nostri auguri sono con 5 punti di “SAPEVATELO”. Non tutti infatti sanno che Babbo Natale, prima del 1920 è stato raffigurato come un uomo magro e alto, una specie di elfo dall’aria spettrale che ha indossato, negli anni abiti da vescovo, e solo in un’ ultima fase, quelle di un cacciatore di renne! Dalla matita del vignettista Thomas Nast, nel 1862, Babbo Natale diventò la figura elfica che aveva sostenuto l’unione degli Stati Uniti dopo la Guerra Civile Americana. Nast ha continuato a disegnare Babbo per 30 anni , cambiando il colore del suo mantello dal marrone al rosso, come  è conosciuto per oggi .

Ecco, quindi,  tutto quello che avreste voluto sapere su Babbo Natale e non avete mai osato chiedere. Fonte: Coca Cola

1) Babbo Natale è il testimonial di Coca Cola dal 1920

per gli annunci commerciali relativi a riviste come Il Saturday Evening Post. Il primo Santa Calus, aveva lo stesso rigore del vognettista Nast.
Nel 1930 , l’artista Fred Mizen dipinse in un grande magazzino Babbo Natale che beveva una Coca-Cola circondato da tante persone. L’annuncio ha accompagnato la costruzione della più grande fontana di soda del mondo, che si trovava nel grande magazzino Barr Co. a St. Louis.

2) Coca Cola contribuì a disegnare l’immagine di Babbo Natale

Nel 1931 l’azienda inaugurò la collocazione degli annunci di Coca – Cola in riviste popolari . Archie Lee , il dirigente D’Arcy Advertising, iniziò a  lavorare con  Coca-Cola e decise per  una campagna che mostrasse un Babbo sano che fosse sia realistico che simbolico.
Così Coca – Cola assunse l’ illustratore Michigan Sundblom per sviluppare queste immagini pubblicitarie utilizzando Babbo Natale in persona, non un uomo vestito da Babbo Natale. Il lavoro di Sundbom approda all’ immagine di un ambiente caldo , accogliente , con un uomo dalla sagoma piacevolmente grassoccia e vestita di rosso come il colore della bavanda. Il Babbo Natale di Sundblom ha debuttato nel 1931 e da allora si è visto regolarmente mentre donava giochi, si intratteneva a giocare con i bambini e si prendeva una pausa dalla piacevolezza sorseggiando da enormi scorte di Coca Cola.
Sundblom creò la sua versione definitiva di Babbo Natale nel 1964 . Le sue opere originali sono alcuni dei pezzi più pregiati della collezione d’arte nel dipartimento degli archivi della società e sono stati esposti in tutto il mondo , in locali famosi tra cui il Louvre di Parigi , il Royal Ontario Museum di Toronto , il Museo della Scienza e dell’Industria di Chicago , la Isetan Department Store di Tokyo , e il Dipartimento NK Store di Stoccolma.

3) Il Nuovo Babbo Natale è stato ritratto usando un rappresentante

Subdlom dipinse l’immagine di Babbo Natale usando un modello dal vivo, il suo amico Lou Prentiss, un addetto alle vendite in pensione. La gente amava talmente le immagini Coca -Cola Santa e gli prestarono una tale attenzione che quando cambiava qualche cosa  inviavano lettere a  Coca-Cola Company . Un anno,la larga cintura di Babbo Natale era al contrario ( forse perché Sundblom stava dipingendo tramite uno specchio) . Un altro anno, Babbo Natale è apparso senza anello di nozze , causando interrogativi ai fans su che cosa fosse accaduto ala Signora Claus…
I bambini che compaiono con Babbo Natale nei dipinti di Sundblom si basavano sui suoi vicini  che erano però due bambine, così cambiò e dipinse anche un bambino.
Il cane nel dipinto di Sundblom del 1964 era in realtà un barboncino grigio appartenente al fiorista quartiere . Ma Sundblom voleva che il cane risaltasse e lo dipinse  con pelliccia nera .
cokelore_santa_1947-555x700 cokelore_santa_1951-577x700 cokelore_santa_1964-580x319

santacoke2-579x406
4) Babbo Natale ebbe una compagno d’avventure nel 1942

ha avuto come Partner “SPRITE BOY” nel 1942 un personaggio che è apparso con Babbo Natale nella pubblicità della di Coca- Cola dal 1940 al 1950 . Sprite Boy, creato anch’esso da Sundblom , ha ottenuto il suo nome a causa del fatto che era un folletto o un elfo.(Non c’ è stato fino al 1960, anno in cui la Coca -Cola introdusse la famosa bevanda Sprite.)

d1lwft0f0qzya1.cloudfroewfent.net

5) Babbo Natale fu animato per la prima volta nel 2001

I lavori di Sundblom  a partire dal 1962 furono la base per uno spot TV animato con protagonista Babbo Natale. la pubblicità fu creata dall’animatore Alexandre Petrov, vincitore di un  Academy Award.

cokelore_santa_1942-580x594

Fonte: Coca Cola

Comments:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Registrati alla nostra newsletter per avere aggiornamenti editoriali dalla redazione.