PERÙ: IL LOGO È IL LUOGO

di Redazione

21 giugno 2011

 

È una grande responsabilità progettare l’identità di un intero stato, ed è quanto mai difficile svincolarsi da vecchi simboli, cliché o contaminazioni della committenza istituzionale.
Ne è esempio il caso del nostro ormai famigerato “Magic Italy”, dove una luce effetto guerre stellari e un corposo e inutile effetto rilievo giganteggiano nel logo.
Il logo del Perù è stato progettato dall’agenzia argentina Future Brand, conseguenza di un’operazione che è iniziata nello stato dal 2009 per rilanciare il turismo e creare un’immagine di livello internazionale. Credo che questo sistema di segni sia molto ben strutturato, non tanto per il logo fine a se stesso, ma in quanto trasmette in modo forte lo spirito di questa terra. La spirale della “P” è immediatamente riconducibile alla cultura visiva di questa terra piena di gioia, richiama gli antichi luoghi peruviani degli Incas e i decori sugli abiti tipici degli abitanti. Rispetta la regola dell’unicità, ha un elevato livello di astrazione e per questo resta nella memoria in maniera indelebile, trasmettendo il valore intrinseco della terra che descrive con umanità e modestia. Credo sia da prendere come esempio per la forte relazione tra brand e stato che trasmette.
Il font corporale è il Bree, sans serif, moderno e malleabile, molto influenzato dalla scrittura a mano libera, vincitore del Bronzo al Festival di Design Europeo ED – Awards. Non è certo un font ibrido, ha una personalità forte anche se le sue alternative Swash e alcune lettere del corsivo non sono del tutto condivisibili.
Interessante è anche la lavorazione sulle foto che risultano completamente integrate con il brand e non semplicemente belle foto, cosa molto comune nelle brandguide. Gli elementi grafici e le texture che supportano il brand assecondano le linee del paesaggio sulle foto. Non ci sono pittogrammi in questo sistema di segni, la tipologia di immagini è soltanto la traccia e funziona benissimo. Che sia un nuovo modo di concepire il branding, distaccato dall’ormai abusata combinazione logotipo/marchio e sistema di icone?

Fonti: Brand New

Comments:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Registrati alla nostra newsletter per avere aggiornamenti editoriali dalla redazione.